LP-DOC SUPPORT CHAPTER ITALIA

 

( FIRENZE )

 

www.whoisleonardpeltier.info/

http://www.facebook.com/groups/102643249866045/

PER CHI VUOLE METTERSI IN CONTATTO CON ME:

io@umbertoarciero.it

LA SCELTA

Ho conosciuto Leonard Peltier attraverso il suo libro: LA MIA DANZA DEL SOLE Scritti dalla prigione.
Un libro che mi ha fatto conoscere la vita e la storia di un uomo che é stato accusato ingiustamente, di un uomo che la sua unica colpa che ha é di amare il suo popolo e tutta l'intera umanita'.
Nel libro vi è una sua stupenda poesia:

"Noi non siamo esseri separati, tu ed io.
Noi siamo elementi diversi dello stesso Essere.

Tu sei me ed io sono te
E noi siamo loro e loro sono noi.

Questo é come noi eravamo destinati ad essere,
ciascuno di noi uno
ciascuno di noi tutti.

Tu arrivi a me attraverso il vuoto della Diversità
e tocchi la tua stessa anima".

Da tantissimi anni seguo la vita di Leonard Peltier, lui é diventato il simbolo dei miei ideali. Ideali della libertà, ideali di amore verso il proprio popolo. Lo porto dentro la mia anima e cuore. E' una scelta che ho fatto e questa fiamma dentro di me é sempre accesa. Spesso nei miei momenti bui o di solitudine prendo il suo libro e leggo le sue poesie e questo mi fa tornare a stare di nuovo bene. Stare bene perchè quanta sofferenza e quanto dolore ci può essere in un uomo innocente rinchiuso in un lurido carcere Americano? Tantissima eppure lui continua ad amare il suo popolo, continua ad amare tutta l'intera umanità come ha sempre fatto. Quanti uomini avrebbero resistito a tanta ingiustizia?

Ho dedicato da tanti anni questo  sito a lui. Ho dedicato il gruppo: Free Leonard Peltier Now: 28.07.09. Gruppo Italiano su facebook che ho creato nel 2009. Ho scritto pagine e pagine su di lui sul blog: http://arciero54.blogs.it e su quello che avevo prima. Il mio era un semplice gesto di essergli vicino e di esprimere tutta la mia solidarietà a leonard Peltier. Quando ho creato il gruppo su facebook: Free Leonard Peltier Now: 28.07.09. Gruppo Italiano, lo spirito che doveva animarlo era la Solidarietà, era di far conoscere la vita di Leonard qui in Italia e di non mai farlo dimenticare. Sappiamo tutti come é l'informazione qui in Italia sia giornali che televisioni parlano raramente dei Nativi Americani. Essi ci parlano dei grattacieli e di Wall Street, ci parlano di un'America che a me francamente interessa il volto di un altra America, quella dei popoli e delle persone che ci vivono. Per tutti questi anni ho cercato di mantenere questo spirito. Il free Leonard Peltier now: 28.07.09. Gruppo Italiano per chi ricorda era anche la data della famosa udienza "Parole", tutti noi eravamo in attesa della libertà di Leonard, le speranze erano fortissime, ma questo non si è avverato. La lotta continua, non ci fermeremo fino a quando lui possa riabbracciare la famiglia, gli amici e il suo popolo.

La solidarietà é una grande virtù, é la virtù che deve esistere in questa umanità, altrimenti il mondo crollerebbe ancora di piu'. Gli uomini non esisterebbero più senza la solidarietà. La solidarietà è amore.

La sola Solidarietà a volte non basta, deve tramutarsi in azione, in progetto. PER QUESTO HO DECISO DI CREARE QUI IN ITALIA IL GRUPPO LP-DOC SUPPORT CHAPTER ITALY ( FIRENZE ). RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE.
Quando mi hanno richiesto se volevo creare un progetto qui in Italia, c'ho messo poco a pensarci. So le difficoltà che ci sono in questo nostro paese. Ma non sono queste difficoltà ad impedirmi di andare avanti. Ho imparato che a volte l'impossibile può diventare possibile, può diventare realtà. Certo, chiaramente ci vuole il suo tempo.

Ho deciso di creare questo progetto qui in Italia, un progetto di non solo solidarietà, ma anche di azione. Progetto che vuole stare ancora più vicino a Leonard Peltier e a tutti coloro che lottano e si battono tutti i giorni per la sua libertà.

Volevo cambiare il nome al gruppo: Free Leonard Peltier Now: 28.07.09. Gruppo Italiano però e stranamente andando su modifica gruppo non mi da la possibilità per effettuare questo cambiamento e non capisco il perchè.
Sappiamo tutti che i gruppi su facebook sono virtuali, sì al massimo si va sui commenti, ma poi restano quello che restano.
Il progetto che voglio costruire deve essere vivo e non virtuale.

Faccio un particolare appello a coloro che come me hanno voglia di mettersi in gioco che sono nel gruppo di partecipare a questo nuovo progetto, di esserne parte viva e integrata.
Faccio appello a tutti coloro qui in Italia che parlano dei Nativi Americani, dei popoli indigeni e aborigini e Nativi nel mondo di aiutarmi in questo progetto e di aderirvi.

Faccio appello alle organizzazioni e associazioni che parlano di Nativi con tutta l'umiltà che posseggo, che non ho nessuna intenzione di costruire il mio giardinetto, ma di costruire un progetto d'amore verso Leonard Peltier.

Coloro che ne sono veramente interessati mi possono contattare alla mia e-mail personale che è scritta sopra questo articolo.

GRAZIE, GRAZIE, di vero cuore a tutti coloro che leggeranno questo appello.
La lotta per la libertà di Leonard Peltier continua più forte che mai.
Noi siamo lui e lui è tutti noi.
FREE LEONARD PELTIER NOW.

LP-DOC SUPPORT CHAPTER ITALIA ( FIRENZE )
UMBERTO ARCIERO.

leonard15

Nel mese di settembre, Leonard è stato trasferito a USP Coleman nella Florida centrale. Le sue condizioni inizialmente sembravano migliori rispetto al penitenziario di Lewisburg. ma sembra che le sue condizioni di vita possono davvero essere molto peggiori. Per esempio, Leonard ancora non è stato permesso ai visitatori. I membri della famiglia devono riapplicare ad essere messo in lista i visitatori di Leonard. Anche gli avvocati (per la prima volta) devono essere messi nella sua lista dei visitatori. Gli avvocati hanno un altro livello di approvazione per navigare, pure, ma hanno difficoltà a contattare i funzionari della prigione di rendere tutti gli accordi necessari. Ci è voluto un avvocato più di un mese per accedere al suo cliente. Leonard è stato isolato come mai prima. Inoltre, Leonard è stato assegnato ad un letto a castello superiore. A causa di un legamento lacerato che non è mai stato riparato, la capacità di Leonard di salire in sicurezza è diminuita. Mr. Peltier inoltre deve essere posto in una unità con gli altri prigionieri più anziani, ma Leonard Coleman ha elencato come 57 anni di età quando, in realtà, lui ha 67 anni. Tutti carcere di Leonard record nel corso di questi anni indicano chiaramente la sua data di nascita corretta. Curioso, vero?

( SCUSATEMI PER LA TRADUZIONE.)

SCRIVETE A LEONARD PELTIER

NUOVO INDIRIZZO:

LEONARD PELTIER

# 89637-132

USP COLEMAN I

U.S. PENITENTIARY

P.O. BOX 1033

COLEMAN, FL 33521


QUESTA PAGINA E TUTTO IL SITO E' DEDICATO A LEONARD PELTIER.

DEDICATA AD UN UOMO CHE VIVE INGIUSTAMENTE DA 34 ANNI IN UNA PRIGIONE.

NONOSTANTE QUESTO LEONARD NON HA MAI SMESSO DI COMBATTERE.

QUEST'UOMO RAPPRESENTA UN POPOLO, QUEST'UOMO NON HA MAI SMESSO DI AMARE IL SUO POPOLO E DI AMARCI. LEONARD RAPPRESENTA LA TRADIZIONE, LA CULTURA, LA RELIGIONE, LA FILOSOFIA DEL GRANDE POPOLO DEI NATIVI AMERICANI, MA EGLI CI RAPPRESENTA ANCHE NOI TUTTA UMANITA'. LA LOTTA PER LA LIBERTA', LA LOTTA PER L'AMORE CHE SPESSO NOI UOMINI DIMENTICHIAMO. RAPPRESENTA QUEI GUERRIERI CHE AMAVANO LA MADRE TERRA, IL SOLE, LA LUNA, GLI ANIMALI, GLI ALBERI, L'UNIVERSO E DOVE TUTTO AVEVA UN SENSO.

ECCO PERCHE' IO SONO CON LUI, ED E' GRAZIE A LUI CHE IO AMO IL POPOLO ROSSO.

FREE - LIBERTA' PER LEONARD PELTIER.

RIDATE A QUEST'UOMO IL DIRITTO DI LIBERTA' CHE VOI SOCIETA' DEI BIANCHI GLI AVETE TOLTO ACCUSANDOLO INGIUSTAMENTE. IL GRANDE VOLO DELL'AQUILA NONOSTANTE LE SBARRE E' SEMPRE CONTINUATO.

 


 

 

 

PROGETTO FILM SULLA VITA DI LEONARD PELTIER

 

http://www.kickstarter.com/projects/1688850415/wind-chases-the-sun-the-leonard-peltier-story

 

 

 


 

STORIA DI LEONARD PELTIER

Leonard Peltier ( La mia colpa è di essere indiano, la tua? )

12 settembre 1944 Nel Nord Dakota a Grand Forks nasce Leonard Peltier.

1948 - 1953 Vive con i nonni nella riserva di Turtle Mountain, nel Nord Dakota.

1953 - 1956 Frequenta la scuola della Bia a Wahpeton, Nord Dakota.

1957 Primo anno di scuole superiori nella scuola indiana di Flandreau, poi ritorna nella riserva di Turtle Mountain.

1958 Leonard partecipa come osservatore ad una danza del sole, all'uscita viene arrestato falsamente di ubriachezza. In quell'anno viene di nuovo arrestato per aver cercato di rubare nafta da un camion dell'esercito, la nafta gli serviva per riscaldare la casa dei nonni.

1959 Trasferimento a Seattle dove va a vivere con il cugino Bob Robideau.

1961 Viene congedato dai marines per i problemi alla mascella.

1965 Con il cugino Bob apre un'officina di carrozzeria.

1968 A Minneapolis nasce l' AIM ( American Indian Movement )

1969 Gli attivisti del movimento occupano Alcatraz, Leonard non c'è, ma questo avvenimento gli ispira la sua presa di coscienza e ne fa un modello per il suo attivismo.

1970 Leonard ed altri attivisti occupano Fort Lawton è un forte abbandonato vicino Seattle. Le occupazioni del movimento si basavano su una vecchia legge federale che dava agli indiani il diritto alla prima opzione in quanto territorio abbandonato. Ci furono scontri e gli attivisti vennero pestati e imprigionati, nonostante questo il forte diventerà un centro culturale indiano.

1972 Leonard aderisce all'AIM e va a vivere vicino la riserva di Pine Ridge lavorerà con Dennis Banks. Ancora un trasferimento a Wilwaukee dove lavorerà nell'ufficio del Movimento. Nell'autunno partecipa alla " Marcia dei Trattati Infranti " a Washington, dove si dovrebbe consegnare al governo USA una lista di 20 vertenze. L'amministrazione Nixon evita gli scontri promettendo di riesaminare la lista e paga le spese per il ritorno a casa dei ribelli. Leonard viene schedato dall' FBI come " provocatore ". Di ritorno a casa a Wilwaukee, Leonard viene duramente picchiato da due agenti in borghese. La polizia lo incrimina per tentato omicidio secondo il loro parere essendo stati minacciati con una pistola. La pistola risulta rotta e inutilizzabile. Trascorre 5 mesi in carcere. Non può partecipare alla rivolta del 1973 a Wonded Knee nella riserva di Pine Ridge. Esce ad aprile dietro cauzione. Avendo paura di un complotto contro di lui e di un processo farsa si dà alla latitanza. solo il 1978 darà un verdetto di proscioglimento all'accusa di tentato omicidio. Anni dopo da documenti resi pubblici si scoprirà che tutto era architettato dall'FBI per fare sì che la polizia locale poteva arrestare con qualsiasi accusa i capi dell' American Indian Movement.

1973 - 71 furono i giorni di resistenza e di occupazione di Wounded Knee. Ma la situazione non cambia i cosidetti GOON continuano a seminare terrore nelle riserve contro gli indiani tradizionalisti e chi li sosteneva.

1973 - 1975 Leonard è ricercato, ma si unisce alla lotta dei Puyallup e dei Nisqually per i diritti alla pesca nello Stato di Washington, prende parte anche alle proteste dell'Aim in Arizona e Wisconsin.

1975 - Continua a crescere il terrore nella riserva di Pine Ridge, gli anziani tradizionalisti chiedono la protezione contro gli attacchi barbari dei GOON. Leonard si offre volontatio e si sistema in una città di tende con altri attivisti sulla terra della famiglia di Jumping Bull presso Oglala, nella speranza che vengono scoraggiati gli attacchi. Il 26 Giugno due agenti dell' FBI, Jack Coler e Ronald Williams entrano su un'auto sparati a tutta velocità nella proprietà degli Jumping Bull, senza nessun preavviso all'inseguimento di un furgone rosso di un sospettato per un piccolo furto. L'FBI non ha mai voluto spiegare, chiarire di uno sforzo così congiunto per prendere il ladruncolo sospettato di un furto di stivali da cow boy, soprattutto ignorando le morti recenti di una dozzina di sostenitori dell'AIM.

Ne viene fuori una sparatoria tra i due intrusi dell'FBI, che non si erano identificati e i membri dell'AIM. In pochi minuti decine di agenti dell'FBI, sceriffi federali, polizia del BIA e GOON circondano il terreno dei Jumping Bull, vi è un ulteriore scontro a fuoco e perdono la vita un Indiano e i due agenti.

Solo verso sera Leonard e una ventina di altre persone riescono ad allontanarsi dalla zona e a fuggire, nonostante un cordone di agenti li tenessero stretti.

In quel momento il leader del comitato ' progressista ' tribale aveva firmato un accordo segreto, dove si trasferiva un ottavo della riserva di Pine Ridge, terra ricca d'uranio e altri minerali, al governo federale. Molti Indiani Tradizionalisti credono che l'attacco dell'FBI di quel famoso 26 giugno fosse studiato per nascondere l'accordo per la cessione del terreno.

In seguito alla fuga degli attivisti dell'AIM e di Leonard, i federali scatenarono una vera caccia terroristica all'uomo in tutta la riserva di Pine Ridge.

Ad Agosto Leonard segretamente partecipa alla danza del sole di Crow Dog, poi si dirige a Nord Ovest, attraversa il confine con il Canada e si rifugia presso una remota comunità indiana delle Montagne Rocciose.

1975 - 5 settembre - Muoiono ammazzati attivisti dell'AIM inspiegabilmente, l'FBI irrompe nella casa di Leonard Crow Dog, leader spirituale dell'occupazione di Wounded Knee (1973) e arrestano uno dei ricercati della sparatoria di Oglala, Darell ' Dino ' Butler finiscono in carcere anche Leonard Crow e Anna Mae Asquash attivista anche lei dell'AIM. Anna viene minacciata di morte se si fosse rifiutata di testimoniare il falso contro Peltier e altri attivisti dell'AIM.

 

1975 - 10 settembre - esplode un furgone guidato da Bob Robideau presso Wichita ( Texas ), anche lui fuggitivo. Tra quei rottami l'FBI ritrova un fucile e senza alcuna prova dichiara che quell'arma ha ucciso i due agenti ed apparteneva a Leonard Peltier.

1975 - ottobre - I rapporti mai rivelati e ottenuti dopo solo dopo anni grazie al Freedom of Information Act, dichiarono che quel fucile ar-15 di Wichita, ha un percussore completamente diverso da quello usato ad Oglala. Queste e altre prove vengono nascoste agli avvocati della difesa di Peltier.

25 - novembre - Leonard Peltier, Bob Robideau, Dino Butler e Jimmy Eagle sono incriminati dal grande giurì federale per il ruolo nell'omicidio dei due agenti. Eagle è anche l'uomo sospettato per aver rubato il paio di stivali da cow boy, questo furto aveva condotto i due agenti ad entrare nel terreno degli Jumping Bull e lo stesso giorno in cui ci fu la sparatoria.

1976 - 6 FEBBRAIO - LEONARD E' ARRESTATO DALLA ROYAL CANADIEN MOUNTED POLICE NEL CANADA, DOVE VIENE TENUTO SOTTO LA MASSIMA SORVEGLIANZA NELLA PRIGIONE DI OAKALLA A VANCOVUVER. PUO' PARTIRE LA LUNGA PROCEDURA PER L'ESTRADIZIONE.

1976 - 10 febbraio - In un rapporto dell'FBI si dichiara una corrispondewnza tra il fucile ar-15 e un contenitore di proiettili calibro 23 trovato dopo tempo nel portabagagli dell'auto di uno degli agenti federali. Questo contraddice i precedenti rapporti tenuti segreti.

1976 - 24 febbraio - In un canale presso la riserva di Pine Ridge, viene trovato un cadavere in decomposizione, viene denominato ' Jane Doe', il medico legale del BIA dichiara che la vittima è mprta a causa del freddo. L'FBI preleva le mani del cadevere per ottenere una identificazione certa.

1976 - 5 marzo - Il cadavere di ' Jane Doe ' è identificato ed è Anna Mae Aquash, attivista dell'AIM che aveva rifiutato di deporre il falso sotto le minacce della stessa FBI contro gli attivisti dell'AIM.

1976 - 11 marzo - La famiglia di Anna ottiene la riesumazione del corpo dal cimitero di Pine Ridge. Il nuovo medico legale scopre un particolare che il medico del BIA inspiegabilmente non ha visto, le hanno sparato alla nuca e da distanza ravvicinata. Tutt'oggi la sua morte resta un mistero, doveva testimoniare al processo Peltier e agli altri.

A nna presentiva la sua morte, quando scrisse: SONO UN'INDIANA FINO IN FONDO E LO SARO' SEMPRE.

1976 - 31 marzo - Si cercano prove per ottenere l'estradizione di Leonard, gli agenti federali mostrano le mani tagliate di Anna a una spaventata donna indiana, Myrtle Poor Bear, minacciano lei e sua figlia se non avessero collaborato. sotto costrizione firma una dichiarazione di essere la donna di Leonard. In realtà i due non si erano mai visti, incontrati e tantomeno lei era sul luogo della sparatoria quel maledetto 26 giugno. La Corte Canadese sotto la spinta di prove false concede l'estradizione.

1976 - 16 luglio - Dino Butler e Bob Robideau vengono processati a Cedar Rapids, nello Yoma. Dopo un processo tumultuoso vengono assolti dall'accusa di omicidio.

1976 - 16 dicembre - Leonard Peltier viene estadato dal Canada negli Stati Uniti. Da Vancouver viene accompagnato sotto sorveglianza a Rapid City, nel Sud Dakota.

1977 - 16 marzo - Nel Nord Dakota a Fargo ha luogo il processo farsa contro Leonard accusato di duplice omicidio. Il governo ottiene di spostare il processo da Cedar Rapids, dove Butler e Robideau sono stati assolti. La località di Fargo è nota per i suoi sentimenti anti-indiani. Il giudice decide che ogni prova devono essere strettamente legate agli aavvenimenti di quel 26 giugno 1975. Non viene permesso nessun accenno all'instaurazione del terrore che aveva preceduto gli scontri a Pine Ridge, tantomeno alla falsa deposizione di Myrtle Poor Bear e ancora non dovrevano essere poste domande all'intimidazione e alle minaccie da parte dell'FBI. Altro ssilenzio sulle prove cche avevano portato all'assoluzione di Robideau e Butler avvenuta a Cedar Rapids, Il giudice dichiara: " Quì non è l'FBI a essere sotto processo." A Peltier non è concesso di invocare la leggittima difesa come avvenuta con Robideau e Butler, nella palese esibizione di vera ingiustizia americana, tutte le prove a discarico vengono giudicate innammissibili o sono tenute ben nascoste alla difesa.

1977 - 18 aprile - dopo otto ore interminabili di camera di consiglio, con lla corte condizionata da parte del governo, LA GIURIA COMPOSTA DI SOLI BIANCHI, DICHIARA LEONARD COLPEVOLE DELL'UCCISIONE DEI DUE AGENTI DELL'FBI.

1977 - 2 giugno - Peltier viene condannato a due ergastoli consecutivi da scontare in un carcere federale. Dopo un periodo nel carcere di Leavenworth, viene trasferito al penitenziario di massima sicurezza di Marion, nell'Illinois.

1978 - 4 luglio - Leonard avvertito da alcuni detenuti nativi verrà presto trasferito dal carcere di Marion al carcere di Lompoc, presso Santa Barbara in California, gli dicono anche che cercheranno di ucciderlo.

1979 - 5 marzo - La corte Suprema degli Stati Uniti rifiuta la revisione del processo.

1979 - 10 aprile - trasferimento di Leonard al carcere di Lompoc, come gli era stato annunciato dai nativi detenuti.

1979 - 20 luglio - Temendo un imminente tentativo d'omicidio, Peltier, con altri due nativi Dallas Thunderschield e Bobby Garcia evadono dal carcere. Nella fuga Dallas muore viene colpito alla schiena, Garcia viene riacciuffato, ma Leonard riesce a fuggire eludendo una massiccia caccia all'uomo. Viene ripreso 5 giorni dopo nella tenuta di un contadino. Al processo contro l'evasione non gli fu permesso di usare il timore d'essere assassinato. Oltre ai due ergastoli lo condannano ad altri 7 anni.

1980 - Trasferimento di Leonard nel penitenziario di massima sicurezza a Marion. Leonard è convinto che tutta la storia dell'assassinio sia stata una montatura per costringerlo ad una fuga e quindi dare alle guardie l'opportunità di ucciderlo.

1985 - Il governo ammette che non sa chi abbia ucciso i due agenti, nonostante questo il giudice nega l'appello per un nuovo processo.

1991 - Il giudice anziano Gerald Heaney dell'ottava sezione che aveva respinto la richiesta di appello di Leonard nel 1986, ora in pensione, scrive al presidente sul comportamento illecito dell'FBI prima, durante e dopo il famoso processo di Fargo, convincendosi che Leonard meriti las clemenza della magistratura.

1991 - 5 luglio - Sommossa nel carcere di Leavenworth, Leonard viene accusato di essere stati uno dei primi partecipanti attivi. Malgrado volesse allontanare i nativi dalla mischia e in seguito alla sua estraneità dei fatti provata, viene buttato in isolamento nel famigerato ' Buco '.

1991 - 30 dicembre - la richiesta per un nuovo processo viene respinta. Da ora in poi tutte le richieste di fare un processo d'appello vengono sistematicamente respinte, nonostante che molte verità sono state dette.

1995 - Leonard inizia il suo ventesimo anno in carcere, a dicembre viene temporeanamente trasferito presso il Centro Medico degli Stati Uniti per i prigionieri federali, a Springfield deve essere operato ad una mascella. Durante l'operazione rischia di morire e saranno necessarie sei transfusioni di sangue.

1996 - 19 marzo - La Parole Commission, la Commissione per la libertà sulla parola, nega di nuovo la libertà condizionata a Leonard invitandolo a RIPRESENTARE LA DOMANDA NEL 2008.

1998 - 12 SETTEMBRE - Leonard compie 54 anni, il 21 novembre dopo cinque anni la richiesta di clemenza è ancora bloccata nell'ufficio del ministro della Giustizia.

2000 - 11 febbraio - Il Parlamento Europeo approva la seconda risoluzione in favore della grazia presidenziale a Leonard.

2000 - 18 febbraio - Rigoberta Menchu Tum premio Nobel per la pace e ambascitrice dell'Unesco, insieme a rappresentanti di Amnesty International visitano Leonard Peltier in carcere.

20001 - A Leonard gli viene concesso il HUMAN RIGHT AWARD dall'Ontorio Federation of Labour.

2002 - Gli avvocati di Leonard denunciano l'ex direttore dell'FBI Louis French e una lunga lista di ex agenti federali per violato i suoi diritti costituzionali e aver ' sistematicamente e ufficialmente orchestrato una campagna di disonfarmazione ' per impedirgli la grazia.

2003 - Viene firmata una petizione di un numero impressionante di personalità attraverso il Kola, organizzazione internationale per i diritti umani, indirizzata al presifente George W: Bush e al senatore Patrick Keary, presidente della commissione Giustizia del Senato degli Stati Uniti.

2004 - Un professore americano e un membro del Parlamento Europeo propongono ufficialmente Leonard per il premio Nobel per la Pace.

2004 - 12 settembre - Leonard compie 60 anni è in carcare da quando ne aveva 31.

2004 - stilisti importanti fanno stampare lo slogan ' Leonard Peltier is innocent ' sul programma delle loro sfilate. 137 lettere vengono firmate da celebrità più famose e vengono inviate alla casa bianca via posta diplomatica attraverso l'Ambasciata degli Stati Uniti in belgio. Una di queste portava la firma di Mikhail Gorbaciov ex presidente dell'URSS.

2004 - 15 dicembre - Gli avvocati di leonard presentano una ' Mozione di Correzione di Sentenza Illegale ' contestando la giurisdizione della Corte degli Stati Uniti sulla riserva indiana di Pine Ridge dove si sostiene che Leonard è stato incarcerato illegalmente per trent'anni.

2oo5 - Stilisti di moda a new York e a Parigi ristampano lo slogan ' Leonard peltier is Innocent ? sul programma delle loro rispettive sfilate.

2008 Leonard Peltier e' piu' vivo che mai nei nostri cuori.

FONTE: LEONARD PELTIER - LA MIA DANZA DEL SOLE - FAZI EDITORE -

SITO UFFICIALE LEONARD PELTIER

http://www.whoisleonardpeltier.info/

 

 

E' da 32 anni che tenete un uomo innocente in carcere. La sua colpa e' di essere un indiano.

( Il mio crimine è essere indiano. Qual'è il tuo? Leonard Peltier )

LIBERATE IMMEDIATAMENTE LEONARD PELTIER E TUTTI GLI INDIANI INNOCENTI CHE FATE MARCIRE IN LURIDI E DISUMANI CARCERI.


MESSAGGIO DI LEONARD PELTIER ALL'UMANITA'.

IL NOSTRO COMPITO NON SARA' TERMINATO FIN QUANDO ANCHE UN SOLO ESSERE UMANO SARA' AFFAMATO O MALTRATTATO, UNA SOLA PERSONA SARA' COSTRETTA A MORIRE IN GUERRA, UN SOLO INNOCENTE LANGUIRA' IN PRIGIONE E UN SOLO INDIVIDUO SARA' PERSEGUITATO PER LE SUE OPINIONI.


POESIA DI LEONARD PELTIER.

IL MESSAGGIO

IL SILENZIO, DICONO, è LA VOCE DELLA COMPLICITA'.

MA, IL SILENZIO E' IMPOSSIBILE.

IL SILENZIO URLA.

IL SILENZIO E' UN MESSAGGIO,

COSI' COME IL FAR NULLA E' UN'AZIONE.

GRIDATE A VOCE ALTA CHI SIETE

IN OGNI PAROLA E IN OGNI ATTO.

SI', DIVENTATE QUELLO CHE SIETE.

NON POTETE SCHIVARE IL VOSTRO ESSERE

O LA VOSTRA RESPONSABILITA'.

VOI SIETE LE VOSTRE AZIONI.

VOI SIETE IL RISULTATO DELLE VOSTRE AZIONI.

DIVENTATE IL VOSTRO MESSAGGIO.

VOI SIETE IL VOSTRO MESSAGGIO.

 

12 SETTEMBRE 2008

BUON COMPLEANNO LEONARD PELTIER.

QUEST'UOMO STA PAGANDO UN'INGIUSTIZIA CHE DURA DA BEN 34 ANNI.

 

LEONARD LIBERO, SUBITO.

NON SI PUO' FARE PAGARE UN CRIMINE AD UN UOMO SOLO PERCHE' E' UN INDIANO.

NONOSTANTE NON STIA BENE FISICAMENTE LO VOGLIONO FAR MARCIRE IN CARCERE.

 

Le Aquile non hanno mai smesso di volare e i lupi corrono liberi nelle praterie.


http://www.facebook.com/groups/59528843725/

Andando sul link troverete tutte le notizie di Leonard Peltier in questi due anni e aggiornamenti.